Ti ho seguito senza conoscerti

Davide è un giornalista triestino che giunge a Palermo per realizzare un servizio sul potenziale turistico della città, nonostante la pandemia.

Visitando la Cattedrale, si imbatte nella tomba del beato Giuseppe Puglisi, il coraggioso prete ucciso dalla mafia negli anni Novanta nel quartiere di Brancaccio. Nell’osservare la sua immagine, il sorriso dolce e le orecchie grandi, un ricordo affiora nella sua mente. Aveva diciott’anni quando successe. Era il periodo delle stragi in Sicilia, quello in cui i giudici venivano fatti saltare in aria col tritolo assieme a pezzi di autostrade e i bambini sciolti nell’acido. Era il periodo in cui al Sud si ammazzavano anche i preti. Gliene aveva parlato la professoressa di italiano, un giorno di settembre, quando era arrivata in classe con gli occhi umidi e una copia de l’Unità sotto il braccio: riportava la notizia dell’uccisione di quel prete, quel Pino Puglisi che l’insegnante aveva conosciuto nella sua città natale, Palermo.

Da questo momento comincia per Davide un percorso di scoperta sulle orme del prete di Brancaccio, con il desiderio di conoscere e di comprendere una terra che non gli appartiene, e che nel suo immaginario è piena di stereotipi. Durante il suo cammino viene a conoscenza del Centro di Accoglienza Padre Nostro, una realtà fortemente voluta da padre Puglisi a Brancaccio, come “controproposta” ai valori del sistema malavitoso propinati dal boss del luogo. Ne osserva i traguardi, le sfide e i successi. Incontra uomini e donne cresciuti con Padre Pino Puglisi o, come molti amavano chiamarlo, 3P. Ciascuno di loro gli permette di cogliere il senso dell’opera di questo piccolo, grande prete; ciascuno di loro gli fornisce gli strumenti per raccontare, attraverso il suo lavoro, una storia non più individuale, ma collettiva.

Una storia ambientata in una Sicilia contradditoria e problematica, fatta di basse ipocrisie e colpevoli silenzi; ma anche una terra di sconfinata bellezza, di gente onesta, che lotta e vuol farsi sentire, che agisce sempre alla luce del sole. Di gente che, come diceva Puglisi, “sa farsi spiga per spargere i suoi semi ovunque, e moltiplicarsi”. 


I followed you out of knowledge

Davide is a journalist from Trieste who comes to Palermo to report on the city's tourist potential, despite the pandemic.
While visiting the Cathedral, he comes across the tomb of Blessed Giuseppe Puglisi, the brave priest killed by the Mafia in the 1990s in Brancaccio district. This discovery leads the journalist to abandon the professional reasons for his trip to Palermo and to embark on a different, personal and intimate quest. The figure of the charismatic "3P" emerges through a visit to the places and the stories of those who had him as a teacher, so that Davide may understand the meaning of his work and grasp his precious legacy.



CREW ARTISTICA


soggetto e sceneggiatura
Alessandra Cilio, Lorenzo Daniele

regia
Lorenzo Daniele

direttore della fotografia
Vittorio Daniele, Mauro Italia

musiche
Artilist.io

attore protagonista
Davide Sbrogiò 


 Fine Art Produzioni S.r.l.    Capitale Sociale € 10.000 i.v.    Partita Iva 0177 595 0890   Numero REA: SR-14719   Imprese cinematografiche MIBAC: 4065     Phone: +39 0931 512174      Email: info@fineartproduzioni.it     Pec: fineartproduzionisrl@pec.it    Address: Via Limpetra, 51/A 

© Copyright 2022 Fine Art Produzioni Srl - All Rights Reserved

Designed with Mobirise ‌

Free Web Site Designer Software